Together to success...

since 1997
General partner

Русский English (int.) Deutsch English (USA) English Español Français Italiano Português 日本語 简体中文

Distributore / rappresentante autorizzato per la fornitura e consegna di forni e impianti per il riscaldamento del petrolio alle imprese industriali in Russia

È da oltre venti anni che l’azienda nel campo dell’ingegneria «Intech GmbH» LLC (ООО «Интех ГмбХ») svolge con successo la propria attività sul mercato russo collaborando con numerose imprese industriali locali. L’azienda, che vanta un’eccezionale esperienza maturata nel settore dell'ingegneria e gode di una buona fama sul mercato, ha realizzato presso gli stabilimenti russi oltre 100 progetti di notevole importanza. La nostra società è sempre alla ricerca di nuovi partner che siano interessati ad investire nel mercato russo, si prefiggano l'obiettivo di incrementare le vendite in quest'area, di ampliare la propria sfera di attività e di raggiungere un nuovo livello di internazionalizzazione.

Indice:

Ci interessano produttori di forni e impianti per il riscaldamento del petrolio che cerchino distributori ufficiali dei propri macchinari per le imprese industriali russe.

I dirigenti e i manager dell'azienda conoscono perfettamente il mercato russo, le disposizioni legislative, la mentalità dominante sul mercato, le caratteristiche particolari dell'attività economico-finanziaria della committenza russa. I nostri specialisti dispongono di un vasto database di clienti e hanno accumulato una grande e fruttuosa esperienza nel campo delle vendite. Inoltre sono in continua comunicazione con i potenziali acquirenti dei vostri forni e impianti per il riscaldamento del petrolio, il che ci permette di individuare le più promettenti direzioni per la promozione del business e di garantire in maniera operativa l'ingresso nel mercato russo, che è in via di espansione. Il nostro personale, con ottima padronanza dell'inglese e del tedesco, è orientato al mercato internazionale ed è specializzato nell'importazione delle macchine di produzione estera. 

Il nostro team d'ingegneri esperti è in grado di risolvere i problemi tecnici più complessi e incontra regolarmente i clienti russi, svolgendo presentazioni sugli ultimi progressi dei nostri partner. Inoltre i nostri specialisti individuano i problemi tecnici restando costantemente in contatto con i diversi dipartimenti degli stabilimenti russi. Proprio per questo noi conosciamo bene le particolarità dello svolgimento dell'attività nella Federazione Russa, il parco macchine degli stabilimenti industriali e le più vive e prementi necessità nel campo dell’ammodernamento degli stessi.

Se diventeremo il vostro distributore di forni e impianti per il riscaldamento del petrolio in Russia, il nostro ufficio di marketing condurrà un’analisi del mercato russo dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio al fine di individuare le necessità delle imprese russe, valutare il potenziale e il volume del mercato, mentre il nostro ufficio IT procederà alla creazione del sito web in lingua russa per presentare i vostri prodotti. Gli specialisti della nostra azienda verificheranno conformità dei vostri forni e dei vostri impianti per il riscaldamento del petrolio ai requisiti degli utenti finali, analizzeranno la reazione del mercato ai prodotti nuovi in generale e realizzeranno uno studio delle diverse categorie di potenziali acquirenti per individuare quelli di maggiore rilevanza strategica. 

Nel diventare il vostro distributore ufficiale per il mercato russo, la società "Intech GmbH" LLC (ООО «Интех ГмбХ») potrà provvedere, all'occorrenza, alla certificazione delle singole partite di macchinari e dei diversi tipi di forni e di impianti per il riscaldamento del petrolio secondo gli standard russi, e occuparsi dell’organizzazione delle perizie tecniche necessarie per ottenere i Certificati TR TS 010 e TR TS 012 e garantire l'utilizzo del vostro macchinario presso le imprese industriali di tutti i paesi dell'unione doganale (che comprende Russia, Kazakistan, Bielorussia, Armenia e Kirghizistan), compresi i siti produttivi ad alto rischio di esplosione. La nostra azienda russa potrà prestarvi l'assistenza nella realizzazione della documentazione tecnica dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio, redatta secondo i requisiti previsti dagli standard vigenti in Russia e in altri paesi dell'unione doganale.

L’azienda "Intech GmbH" LLC (ООО «Интех ГмбХ») collabora in Russia con numerosi enti di progettazione operanti in diversi settori industriali, il che ci consente di effettuare la progettazione preliminare e i successivi lavori progettuali in conformità di quanto previsto dagli standard, le regole e le normative edili in vigore in Russia e negli altri paesi della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI) e di inserire i vostri forni e i vostri impianti per il riscaldamento del petrolio nei progetti in fase di sviluppo.

La società dispone di un proprio reparto spedizioni che può provvedere all'imballaggio e alla spedizione della vostra merce alle condizioni DAP o DDP-magazzino dell'acquirente, nel pieno rispetto di tutte le disposizioni legislative e normative vigenti sul mercato russo.

La nostra azienda può contare sui propri specialisti qualificati che si prendono carico dei lavori di montaggio e di avviamento dei macchinari consegnati, prestano servizi di manutenzione dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio sia nel periodo di garanzia sia in quello post-garanzia, provvedendo alla formazione del personale del cliente e offrono i relativi servizi di consulenza.

I vantaggi dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio negli oleodotti magistrali

  • Non è necessario utilizzare additivi da aggiungere al petrolio per aumentare le sue proprietà di trasportabilità. Questo riduce notevolmente i costi fissi per il pompaggio del petrolio.
  • In qualità di fonte di energia per il riscaldamento viene utilizzato lo stesso petrolio pompato, che funge da carburante per il funzionamento dei bruciatori.
  • Viene utilizzata nella misura massima la tecnologia a ciclo chiuso: il ricircolo dei gas di scarico, l’uso costante di un liquido termovettore circolante atossico.
  • Alta ecosostenibilità degli impianti di riscaldamento del petrolio.
  • Gli impianti di riscaldamento del petrolio forniscono la modalità tecnologica di funzionamento dell’oleodotto preposta, soddisfano elevati requisiti di affidabilità, di sicurezza, di livello di automazione e di controllo, dei parametri operativi ed economici.

Applicazione dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio:

1. Stazioni per il trasporto di petrolio
2. Produzione di petrolio e gas
3. Aziende dell’industria chimica
4. Raffinerie petrolifere
5. Piattaforme petrolifere marine
6. Giacimenti di gas
7. Aziende dell’industria alimentare
8. Industria automobilistica

Tipi di forni e di impianti per il riscaldamento del petrolio. Il coefficiente di rendimento e la durata di esercizio

Forni di riscaldamento del petrolio per oleodotti magistrali (forno a convezione per il riscaldamento di liquidi sensibili al surriscaldamento (petrolio greggio)). Il riscaldamento del petrolio avviene al momento del passaggio attraverso la serpentina di scambio termico che è riscaldata da gas a convezione.
Coefficiente di rendimento del forno: fino al 94%.
Durata di esercizio: fino a 35 anni.

Forni di riscaldamento con serpentina a spirale (si applicano per il riscaldamento del termovettore intermedio che a sua volta riscalda altri liquidi o attrezzature).
Lo scambio di calore del riscaldatore raggiunge l’87-92%.
Il rendimento arriva fino a 70 milioni BTU/h, 16.0 Gcal/h, la durata di esercizio arriva fino a 35 anni.
Carburante per il funzionamento del forno: gas di petrolio, gas naturale.
Esecuzione costruttiva: orizzontale, verticale.
Applicazione: industria petrolchimica, oil & gas e industria chimica.

Forni di riscaldamento con serpentina a serpentina (si applicano per il riscaldamento di qualunque tipo di liquido).
Sono utilizzati nell'industria chimica, petrolchimica e petrolifera.
Il rendimento raggiunge i 75 milioni di BTU/h, 19 Gcal/h, la durata di esercizio fino a 35 anni.

Descrizione di un impianto di riscaldamento del petrolio con termovettore intermedio

Un impianto di riscaldamento del petrolio (OTU) mantiene automaticamente la temperatura di lavoro impostata dall'operatore con una precisione dello 0,5% del valore impostato. Con ciò la temperatura in uscita del termovettore può raggiungere i 400 °C. Negli OTU ci sono numerosi sistemi di sicurezza che consentono loro di funzionare in ambiti strettamente regolamentati. In caso di uscita dai parametri di funzionamento al di fuori dei valori tollerati, l’impianto si arresta automaticamente. Nel corso dei lavori viene effettuato il monitoraggio continuo della fiamma del bruciatore, della temperatura del termovettore, della temperatura dei gas di scarico, della portata del termovettore, della pressione dell'aria di combustione. Il termovettore si presenta sotto forma di un liquido speciale non infiammabile: si tratta di una miscela di acqua e glicole etilenico.

Tutti gli elementi e i componenti dell'impianto sono facilmente accessibili per la diagnostica e la sostituzione. I raccordi per i tubi forniscono il flusso di gas inerte per spegnere la fiamma. I coperchi degli iniettori sono montati su bulloni, cosa che esclude l’ossitaglio al momento della sostituzione della spirale delle serpentine. I bulloni e le altre parti hanno un rivestimento che li protegge dalla corrosione e dalla ruggine. Le apparecchiature elettriche, i motori, le pompe sono riconducibili alla comune attrezzatura industriale. Le pompe centrifughe per la circolazione del termovettore, su scelta del cliente, possono avere guarnizioni meccaniche, guarnizioni a manicotto o avere una struttura senza guarnizioni.

L'efficienza termica. Insieme alla sicurezza e all'affidabilità, l'efficienza termica è la caratteristica più importante degli OTU. L’impianto raggiunge il limite teorico di efficienza per i riscaldatori a passaggio doppio. L'efficienza termica degli impianti è del 92%. Il limite teorico del 100% non è raggiungibile nella pratica a causa delle inevitabili perdite di calore nel camino, con l'umidità sulle pareti. Tuttavia, è possibile modificare la quantità di calore assorbita dalla serpentina e la quantità di perdita attraverso il corpo tramite la scelta di una progettazione ottimale.

Progettazione e componentistica.

Le serpentine applicate hanno una grande superficie di scambio termico, cosa che consente di utilizzare un valore minore per la densità del flusso rispetto ad altri progetti. Il diametro degli anelli e la lunghezza vengono scelti in modo da escludere le gettate della fiamma sulla parete e garantire una forma ottimale della fiamma.

1. Centralina di comando.
2. Pompa a conduzione per fornire l'aria di combustione.
3. Bruciatore.
4. Raccordo di ingresso per il termovettore.
5. Coperchio dal lato del bruciatore.
6. Sistema di tubi per il ricircolo del gas.
7. Tubo di scarico con una calotta di protezione dalle precipitazioni atmosferiche e uno schermo di protezione dagli uccelli.
8. Serpentina a spirale.
9. Rivestimento termoisolante in fibra di ceramica.
10. Corpo.
11. Copertura.
12. Staffe di montaggio.
13. Rotaie di supporto in acciaio.
14. Telaio rigido in acciaio strutturale.
15. Pannello di controllo.
16. Tubo d’ingresso del carburante.
17. Estensione del telaio per l'installazione del tubo per il carburante e delle unità di controllo del bruciatore.

Il bruciatore per la combustione del petrolio greggio è installato alla fine del corpo ed emette una fiamma lungo l'asse centrale della serpentina a spirale. La sua fiamma dà energia con una direzione radiale, riscaldando la parte interna della serpentina senza gettate sulla sua superficie. I gas caldi si muovono verso l'esterno verso la fine della serpentina. Lì si girano, entrano nello spazio anulare tra il rivestimento del corpo e la parte esterna della serpentina, riscaldando la sua superficie esterna. I gas passano a ritroso tutta la serpentina e poi escono attraverso il camino. Il calore dei gas di scarico viene utilizzato da un dispositivo di riscaldamento dell'aria di combustione che aumenta l'efficienza dell'impianto. Il principio modulare di controllo consente di selezionare la modalità di combustione ottimale, con la quale si risparmia carburante e si riducono le emissioni di calore:

  • Accensione diretta a scintilla ad alta energia con un trasformatore di accensione.
  • Un rilevatore di fiamma e di temperatura con diaframma di misura.
  • Un compressore dell’aria di combustione con un tubo, un ammortizzatore, un interruttore per l’aria a bassa combustione installato a livello locale e un motore modulare con interruttori ignifughi per basso/alto.

Il carburante. Il gruppo di alimentazione del carburante. In qualità di combustibile viene usato lo stesso petrolio che viene trasportato nell’oleodotto. Questo semplifica notevolmente il lavoro e riduce i costi di esercizio.

Lo scambiatore di calore per il petrolio greggio comprende:

  • Uno scambiatore di calore a fascio tubiero montato su un telaio.
  • Una valvola pneumatica di controllo a due vie per il termovettore.
  • Una tubatura verso e dallo scambiatore di calore e inoltre un by-pass che collega lo scambiatore di calore al foro di ingresso della pompa.
  • Termocoppia per l'entrata e l'uscita dello scambiatore di calore, per il petrolio greggio.

Impianto di riscaldamento del petrolio con riscaldatore a convezione. Descrizione

Negli impianti di riscaldamento di petrolio (OTU) di questo tipo, il petrolio greggio viene riscaldato mentre passa attraverso la serpentina di trasferimento di calore. La serpentina viene riscaldata da gas a convezione che avvolgono la superficie esterna delle serpentine. Al fine di migliorare il coefficiente di rendimento e limitare le radiazioni provenienti dalla fiamma del bruciatore, i gas vengono riciclati. Il vantaggio principale di questo tipo di riscaldatore è la possibilità di evitare il surriscaldamento superficiale del liquido dalla parete del tubo, cosa che consente di utilizzarlo per il riscaldamento del petrolio greggio, sensibile al surriscaldamento.

Una configurazione totalmente a convezione dello scambiatore di calore consente un rigoroso controllo della temperatura superficiale della parete del tubo. Il riscaldatore è in grado di funzionare ad una temperatura superficiale superiore alla temperatura complessiva del petrolio greggio di non più di 2,8 °C. La potenza dell'impianto va dai 0,8 fino ai 40 MW. I riscaldatori aumentano la temperatura del petrolio greggio fino al valore indicato dal cliente, riducendo così la sua viscosità e fornendo le condizioni per il trasporto attraverso gli oleodotti magistrali.

Progettazione. Nel riscaldatore a convezione viene utilizzato un bruciatore che fornisce la fiamma all’interno di una cella di combustione interna. La lunghezza della fiamma è limitata. I gas caldi, generati dalla fiamma del bruciatore, passano dalla camera di combustione alla parte inferiore del corpo dello scambiatore di calore, che non possiede le serpentine di scambio termico. Le serpentine si trovano nella sezione superiore del corpo e non sono sottoposte al riscaldamento diretto da parte della fiamma del bruciatore. I gas caldi vengono inviati dal basso verso l'alto attraverso la sezione superiore del corpo dello scambiatore di calore dove si trovano le serpentine di trasferimento di calore. I gas avvolgono la superficie delle serpentine, esercitando un riscaldamento a convezione.

Il riscaldatore a convezione è costituito dalle seguenti parti principali:

  • La serpentina.
  • Il corpo in acciaio al carbonio.
  • Il foro di ispezione della copertura posteriore della ventilazione a farfalla.
  • Il foro sul coperchio anteriore per la fornitura dei gas inerti necessari allo spegnimento dei fuochi
  • I coperchi anteriore e posteriore hanno dei fori per l’evacuazione dell’ossigeno.
  • Rotaie in acciaio strutturale e un telaio di supporto su di esse installato.
  • Staffe di montaggio.

Il tubo di scarico del fumo del gas con connessioni inferiori a flangia e con una calotta protettiva contro le precipitazioni atmosferiche e di protezione dagli uccelli.

Il bruciatore per la combustione del petrolio greggio include:

  • Accensione diretta a scintilla ad alta energia con un trasformatore di accensione.
  • Un rilevatore di fiamma e di temperatura (sulla base del solfuro di piombo) con diaframma di misura.
  • Un compressore dell’aria di combustione con un tubo, un ammortizzatore, un interruttore per l’aria a bassa combustione installato a livello locale e un motore modulare con interruttori ignifughi per basso/alto.

Il carburante. In qualità di combustibile viene usato lo stesso petrolio che viene trasportato nell’oleodotto. Questo semplifica notevolmente il lavoro e riduce i costi operativi.

Diventando il vostro distributore ufficiale degli forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio, l’azienda “Intech GmbH” LLC (ООО «Интех ГмбХ») individuerà gli acquirenti dei vostri prodotti sul mercato russo e svolgerà con i clienti le trattative tecnico-commerciali al fine di stipulare i contratti per la fornitura dei vostri macchinari.

Attrezzatura per lo scambio di calore, incenerazione

Nel caso dello svolgimento di gare di appalto l’azienda raccoglie elabora tutti i documenti necessari per la partecipazione, stipula i contratti per la fornitura dei vostri macchinari provvede alla registrazione del contratto di fornitura e allo sdoganamento dei forni e degli impianti per il riscaldamento del petrolio, registra presso le banche russe la documentazione prevista dal controllo valutario e necessario per poter effettuare i pagamenti in valuta estera.

All'occorrenza la nostra azienda è disposta a sviluppare anche i progetti per integrare il vostro macchinario con gli impianti già esistenti o con quelli in fase di realizzazione.

Siamo sicuri che la nostra azienda “Intech GmbH” LLC (ООО «Интех ГмбХ») potrà diventare il vostro partner e il vostro distributore in Russia affidabile, valido e qualificato.

Siamo sempre aperti alla collaborazione: continuiamo a crescere insieme!

Intech GmbH SARLIntech GmbH SARL